Nuovi requisiti di qualificazione nelle categorie OG2, OS2-A, OS2-B, OS24 ed OS25

In data 27/10/2017 è stato pubblicato in G.U. (nr. 252, Serie Generale) il Decreto 22/8/2017, nr. 154, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), recante il «Regolamento concernente gli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42». L’entrata in vigore della nuova disciplina è avvenuta il 11/11/2017, a quindici giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta.

Una parte corposa del Regolamento in esame inerente alle seguenti tipologie di lavori (art. 1):

  • a) scavo archeologico, comprese le indagini archeologiche subacquee;
  • b) monitoraggio, manutenzione e restauro di beni culturali immobili;
  • c) monitoraggio, manutenzione e restauro dei beni culturali mobili, superfici decorate di beni architettonici e materiali storicizzati di beni immobili di interesse storico, artistico o archeologico

è dedicata ai requisiti di qualificazione (Titolo II, articoli dal 4 al 13).

Rimandando, per un esame dettagliato di tutte le novità alla lettura del testo normativo (consultabile qui in formato PDF di 652 KB), si segnala che quelle inerenti la qualificazione ai lavori pubblici riguardano sostanzialmente i requisiti di ordine speciale – idoneità tecnica, idoneità organizzativa, adeguata capacità economica e finanziaria – relativamente alle categorie OG2, OS2-A, OS2-B, OS24 ed OS25.